come collaborare

– I reggini vogliono davvero diventare protagonisti dello sviluppo del proprio territorio?

– Il profilo dei concittadini disegnato dal compianto Nicola Giunta è soltanto una fotografia che ancora oggi corrisponde alla realtà o una inesorabile mappatura genetica?

– L’incremento culturale registrato negli ultimi anni può essere utilizzato fattivamente, con l’ideazione di azioni coordinate?

– È possibile valorizzare il lavoro delle organizzazioni operanti sul territorio reggino, convogliando e concertando i contributi in direzione della crescita?

– Si può determinare la cessazione della lamentosità che attualmente caratterizza i reggini, a favore della proazione?

– Ci si può rappresentare come unica comunità attiva, evitando di disperdere, quando non annullare, le energie in nome delle differenze di ruolo (cittadino Vs. politico; cittadino Vs. amministratore ), di funzione (diverse organizzazioni), di costrutti (ideologie; percezione della realtà; ecc.)?

Le risposte alle suddette domande potranno essere fornite solo dai fatti.

Se vuoi determinare risposte affermative puoi decidere di collaborare alla diffusione e alla sperimentazione del metodo ReggioProAttiva, secondo le tue possibilità, attraverso le seguenti modalità.

La fase propedeutica è stata caratterizzata dalla divulgazione del metodo e dalla sottoscrizione dello stesso. 

Un’adeguata sperimentazione del metodo richiede il coinvolgimento di una ricca percentuale di reggini. Al fine di coinvolgere quanti più concittadini, e di garantire la buona riuscita delle diverse fasi, sono stati implementati i GdLS – Gruppi di Lavoro dei Sottoscrittori attivi. Puoi aderire compilando l’apposito modulo (apri)

I GdLS attivi sono i seguenti:

TUTOR TERRITORIALE: ha come obiettivo la costituzione e la cura di presidi territoriali di quartiere tramite la richiesta di disponibilità (avviso pubblico/manifestazione d’interesse) a cittadini attivi dell’assunzione del ruolo di “tutor di quartiere”, caratterizzato da precisi criteri da stabilire, con l’obiettivo da un lato (input) di far conoscere il metodo ReggioProAttiva e dall’altro di segnalare (input/output) e/o raccogliere le esigenze espresse dal territorio in cui risiedono abitualmente, divenendo punto di riferimento per le persone residenti nell’area d’interesse e coinvolgendo, quanto più possibile, coloro che vogliono collaborare per individuare i bisogni del territorio, sia in termini di servizi che di proposte concrete per la risoluzione delle problematiche riscontrate.

Caratteristiche auspicabili, ma non necessarie per la partecipazione: capacità organizzative; precedente impegno di sviluppo territoriale; competenze di progettazione sociale; capacità relazionali.


COINVOLGIMENTO ORGANIZZAZIONI: ha come obiettivo la valorizzazione del lavoro svolto dalle numerose organizzazioni reggine a favore dello sviluppo territoriale. È necessario convogliare risorse e idee per non disperdere energie preziose.

Caratteristiche auspicabili, ma non necessarie per la partecipazione: esperienze associative; capacità relazionali; competenze inerenti la gestione di reti sociali; disponibilità di contatti territoriali.


COINVOLGIMENTO GIOVANI E GIOVANISSIMI: i ragazzi sono il futuro, ma soprattutto il presente. Questo GdLS si propone un ascolto attivo dei giovani e la facilitazione della loro partecipazione attiva nella gestione del metodo e del territorio.

Caratteristiche auspicabili, ma non necessarie per la partecipazione: esperienze associative; capacità relazionali; competenze inerenti la gestione di reti sociali; disponibilità di contatti territoriali; conoscenza diretta della dimensione dei giovani e dei giovanissimi.


COMUNICAZIONE ESTERNA: ha come obiettivo l’aggiornamento dei cittadini relativamente al metodo, con l’utilizzo di strumenti e metodologie centrate sui diversi target della popolazione.

Caratteristiche auspicabili, ma non necessarie per la partecipazione: competenze nell’ambito della comunicazione; competenze di grafica e/o video; competenze di marketing; competenze informatiche; competenze inerenti la gestione di reti sociali; disponibilità di contatti territoriali; competenze linguistiche e comunicative.


ESPERTI DI TEAMWORK: ha come obiettivo la facilitazione dei Gruppi di Lavoro di Esperti.

Caratteristiche necessarie per la partecipazione: certificati titoli ed esperienza di almeno un quinquennio. Gli esperti di teamwork non possono far parte dei GdLE.


È POSSIBILE FARE PIÙ DI UNA SCELTA. ADERENDO AD UN GdLS CI SI IMPEGNA A COLLABORARE ATTIVAMENTE AI LAVORI.

Il COMITATO DI GARANZIA si propone di dettagliare i passaggi del metodo attualmente esplicitati in modo sommario (es. criteri obiettivi di valutazione titoli/esperienza degli esperti componenti i GdLE); coadiuvare il lavoro del team di notai; supervisionare tutti gli step. 

Per poter far parte del Comitato di Garanzia è necessario compilare l’apposito modulo (apri).

N.B. I membri di questo sottogruppo non potranno, anche se indicati dai cittadini, far parte dei GdLE tematici previsti dal metodo.

Caratteristiche auspicabili, ma non necessarie per la partecipazione: capacità di analisi e sintesi; competenze linguistiche e comunicative; tendenza alla riflessione approfondita; tendenza all’approccio obiettivo.

Per far parte dei GdLE è necessario essere indicati dai cittadini. Vedi fasi del metodo.

Rispondendo alla manifestazione d’interesse, contenuta nella sezione “tutor territoriale” di questo sito, potrai candidarti ad assumere il ruolo di tutor (senior o junior) di quartiere.

In alternativa potrai partecipare attivamente ai laboratori territoriali della circoscrizione in cui abiti.

In fase di sperimentazione di ReggioProAttiva sarà possibile, attraverso una sezione dedicata di questo sito, offrire ai GdLE idee e proposte, sia come singoli cittadini sia attraverso organizzazioni (associazioni; club service; consulte; ecc.)

Tutti i cittadini e le organizzazioni possono contribuire invitando i propri conoscenti a sottoscrivere ReggioProAttiva e a partecipare alle varie fasi.

condividi su: